Giorno 3

L’attacco del nightwolf

Vedo finalmente il volto di Enud tradire qualche emozione e rilassarsi; lentamente si siede davanti a me e inizio a raccontargli della prova a cui Morpheus mi aveva sottoposta, dello scudo, della luce di Aldruin, dei manufatti del destino e dell'entità che vuole appropriarsene per distruggere il nostro mondo e da cui io sto fuggendo.… Continue reading L’attacco del nightwolf

Giorno 3

La maledizione degli elfi bianchi

«Ti sei mai chiesto cosa ci facessi quella sera a Nares?» chiedo ad Enud. «In effetti si, ma siccome ero in missione non te l'ho chiesto» risponde. «Bene, dal momento che ho deciso di far parte del vostro gruppo è bene che ci conosciamo un pò in questi giorni.» rispondo «La mia storia in realtà… Continue reading La maledizione degli elfi bianchi

Giorno 2

La verità

I cadaveri dei tre lupi accanto al carro lentamente riprendono vita, mi attaccano e con qualche ferita riesco ad abbatterli tutti da sola, uno dopo l'altro. Ma tra le risate di Morgat Daif si rialzano sulle loro zampe pochi secondi dopo e capisco che l'unica soluzione è correre via dalla scalinata e mettermi al riparo. Comincio… Continue reading La verità

Giorno 2

Il pagamento

«Sveglia! Apri la porta, muoviti!» Mi sveglio di soprassalto, sentendo dei colpi violenti contro la porta della mia camera, che una voce che non conosco mi sta intimando di aprire, in modo abbastanza scontroso e rude. Mi rivesto in fretta e apro la porta. Mi trovo davanti ad un mezz'orco, che mi esamina con uno… Continue reading Il pagamento

Giorno 1

Parola d’ordine

Cerco l'ombra, per uscire dal campo visivo degli uomini di Carlisle, mi giro istintivamente nella direzione della voce appena udita e vedo di nuovo il mendicante di poco fa che mi indica, con un cenno brusco, di sedermi vicino a lui. «Presto copriti» mi dice porgendomi una cappa per nascondermi e fingermi una mendicante.  «Ma che sta… Continue reading Parola d’ordine

Giorno 1

L’attracco

Nel cielo sopra di me non brilla una stella, vedo solo la luna, nonostante il tempo sia sereno. Sembra che esso le abbia volutamente nascoste per farmi perdere l'orientamento, non sa che sono diretta ovunque e in nessun posto; navighiamo nello stesso mare io e lui, anche la mia memoria ha perso i suoi dettagli,… Continue reading L’attracco