Giorno 14

Il nome

Molto prima dell’alba, uno dei miei commilitoni entra nella nostra tenda, chiedendo a me ed Enud ci seguirlo: «Che succede?» «Vakolgad…lo abbiamo trovato a camminare per il campo spaesato…» spiega l’uomo. «Spaesato?» «Si generale, è in stato catatonico. Si è seduto in un angolo e non fa che ripetere il suo nome» «Dacci solo un… Continue reading Il nome

Giorno 12

La piuma blu

Verso sera vediamo finalmente delle luci a pochi chilometri da Nares, la bussola indica nella stessa direzione la presenza degli alleati; spiego a Varrick gli avvenimenti degli ultimi giorni e fa subito sistemare Maraug in una tenda medica per permettergli di riposare, poi fa preparare dei giacigli anche per noi: «Notizie da Nares?» gli domando.… Continue reading La piuma blu

Giorno 6

Il piano di Varrick

Dopo alcuni chilometri arriviamo davanti ad un'enorme villa, nella quale Varrick ci accoglie: ci accompagna lungo la strada che ci conduce dal cancello principale alle porte della villa, attraversando un'immenso giardino. Appena entrata rimango a bocca aperta, sia per la bellezza dell'architettura di quell'abitazione, sia per l'abbondanza di cibo che intravedo nella sala da pranzo,… Continue reading Il piano di Varrick

Giorno 6

Il mercato di Robdo

Comincio a girare tra le bancarelle in cerca di una cappa e di un paio di guanti, quando una massa di persone mi viene incontro spingendomi in direzione opposta alla mia. Vengo travolta da questa folla, ritrovandomi davanti alla bancarella di un nano, che comincia a chiamare gente a raccolta a gran voce: «Buongiorno miei… Continue reading Il mercato di Robdo

Giorno 3

La fuga

Un rumore assordante viene dal piano di sotto del bordello, non è ancora l'alba quando urla, tonfi e clangore di spade mi svegliano di soprassalto. Mi vesto in fretta e prendo con me zaino e armi, senza farmi sentire esco dalla mia camera. Man mano che percorro il corridoio e mi avvicino alle scale che… Continue reading La fuga