Giorno 14

Il nome

Molto prima dell’alba, uno dei miei commilitoni entra nella nostra tenda, chiedendo a me ed Enud ci seguirlo: «Che succede?» «Vakolgad…lo abbiamo trovato a camminare per il campo spaesato…» spiega l’uomo. «Spaesato?» «Si generale, è in stato catatonico. Si è seduto in un angolo e non fa che ripetere il suo nome» «Dacci solo un… Continue reading Il nome

Annunci
Giorno 7

L’alleanza di Robdo

Un bussare insistente alla nostra porta ci fa tornare alla realtà: erano le undici del mattino ed erano ore che non davamo segni di vita. Ci rivestiamo alla velocità della luce mentre la voce di Varrick ci esorta a sbrigarci: «Aprite, buffoni, avete avuto abbastanza tempo» «Solo un secondo, arriviamo» gli rispondo, nel più profondo… Continue reading L’alleanza di Robdo

Giorno 6

Alba

Dopo alcuni minuti mi ricordo del guanto di Meriam che avevo lasciato sul pavimento: «Esma...cosa è successo prima?» mi chiede Enud. «Te lo racconterò tra un attimo, se poi mi spiegherai perchè hai smesso di cercarmi. Prima dimmi dove hai messo il guanto che ti ho dato.» «L'avevo appoggiato sopra quella sedia laggiù, deve essere… Continue reading Alba

Giorno 6

Lo spettacolo

I tre seguaci di Meriam si fanno sempre più vicini, non potevo indietreggiare per molto tempo, quella stanza era molto piccola e l'altare imgombrante. Tento di colpirli tutti assieme facendo roteare il bastone, come usualmente si fa per scacciare i lupi; purtroppo però la fiamma della rosa si concentra e brucia solo l'ultimo nemico. Alla… Continue reading Lo spettacolo

Giorno 6

Meriam, la porta sussurrante

Davanti all'entrata della prigione ci posizioniamo davanti alle nostre guardie, pronti a manovrarle come burattini. Vedendo alzarsi la nebbia, i secondini si agitano ed estraggono le loro armi per difendersi, ma per una di loro è troppo tardi: nel caos generale avevo lasciato libera la mia guardia, gettandole prima la spada dentro una delle celle,… Continue reading Meriam, la porta sussurrante

Giorno 6

Quando il nove arriverà al nove

Il mio sonno è disturbato da una sensazione di irrequietudine che mi fa rigirare più volte nel letto; mi volto a guardare fuori dalla finestra, per capire se fosse ancora notte fonda o se stesse finalmente per albeggiare. Il cuore quasi mi scoppia nel petto quando vedo una figura nera incappucciata alla finestra, la stessa… Continue reading Quando il nove arriverà al nove

Giorno 3

Il risveglio

Quando riapro gli occhi mi ritrovo distesa su un letto, immagino di trovarmi in una stanza degli ospiti al piano superiore; Enud è seduto al mio capezzale con una mano che si regge la testa e i lunghi capelli bianchi che gli coprono il volto. Cerco di alzarmi e di mettermi seduta, ma ecco che… Continue reading Il risveglio