Giorno 14

A un passo

«Che facciamo?» sussurro ad Aenmaer. «Potremmo attaccarli, finchè possiamo nasconderci nell’ombra e loro sono ubriachi ed indifesi» «Sono in tanto però, noi siamo solo due. Che possibilità abbiamo di farcela? Tu sei anche ferito!» «Sto bene, fidati. Possiamo riuscirci se sfruttiamo bene il nostro vantaggio» «E va bene; lancerò una freccia in testa al primo… Continue reading A un passo

Annunci
Giorno 14

Selphi

Gli vado incontro e con mio immenso stupore incrocio lo sguardo dalla bimba con le trecce, che vedendomi esclama: «La signorina delle scale!» Aenmaer  mi guarda totalmente confuso da quella affermazione e già solo dal fatto che mi conoscesse. Ordina che la bambina sia portata in tenda per permetterle di riposare e aggiorna l’accampamento sulla… Continue reading Selphi

Giorno 9

La cura

La nostra chiacchierata viene sospesa dall’arrivo di Enud, venuto per accompagnare lo gnomo a completare la nostra recita. Percepisco il successo della missione quando, circa un’ora dopo, vedo una ventina di persone dirigersi verso la bottega dell’alchimista entusiaste. Dopo di loro vedo i miei tre complici sorridermi in segno di vittoria; Cuthbert mi saluta da… Continue reading La cura

Giorno 7

L’alleanza di Robdo

Un bussare insistente alla nostra porta ci fa tornare alla realtà: erano le undici del mattino ed erano ore che non davamo segni di vita. Ci rivestiamo alla velocità della luce mentre la voce di Varrick ci esorta a sbrigarci: «Aprite, buffoni, avete avuto abbastanza tempo» «Solo un secondo, arriviamo» gli rispondo, nel più profondo… Continue reading L’alleanza di Robdo

Giorno 5

Il patto

Enud lascia andare il mercante, che se la fila a gambe levate, e si volta verso di me con aria mortificata: «Esma...scusami» sussurra addolorato. «Tieni Mannaith, so di aver sbagliato, voglio che tu la tenga finchè non avrò riparato al mio errore, fino ad allora resterò disarmato». Io non gli rispondo, sono ancora troppo shockata… Continue reading Il patto

Giorno 5

La caduta

«Buongiorno, bell'addormentato» ridacchio, guardando Enud sconvolto dal risveglio. «Buongiorno» mi saluta, accorgendosi della mia presenza. Si accorge di avere il braccio che mi cinge la vita e lo sposta bruscamente, poi si alza per vestirsi della sua armatura, prestando attenzione a non spostare o rovinare la sua fasciatura. «Cos'è successo? Hai avuto un'altra delle tue… Continue reading La caduta

Giorno 3

La maledizione degli elfi bianchi

«Ti sei mai chiesto cosa ci facessi quella sera a Nares?» chiedo ad Enud. «In effetti si, ma siccome ero in missione non te l'ho chiesto» risponde. «Bene, dal momento che ho deciso di far parte del vostro gruppo è bene che ci conosciamo un pò in questi giorni.» rispondo «La mia storia in realtà… Continue reading La maledizione degli elfi bianchi