Giorno 6

Alba

Dopo alcuni minuti mi ricordo del guanto di Meriam che avevo lasciato sul pavimento: «Esma...cosa è successo prima?» mi chiede Enud. «Te lo racconterò tra un attimo, se poi mi spiegherai perchè hai smesso di cercarmi. Prima dimmi dove hai messo il guanto che ti ho dato.» «L'avevo appoggiato sopra quella sedia laggiù, deve essere… Continue reading Alba

Annunci
Giorno 6

Non è importante

Affretto il mio passo verso l'atrio della villa e, dopo essermi fatta indicare da Varrick la stanza di Enud, salgo di fretta al piano superiore e mi dirigo decisa verso l'uscio della sua porta. Mi aspetto spiegazioni molto convincenti da parte sua, mi aveva ferita molto il fatto che si fosse arreso per primo nel… Continue reading Non è importante

Giorno 6

Lo spettacolo

I tre seguaci di Meriam si fanno sempre più vicini, non potevo indietreggiare per molto tempo, quella stanza era molto piccola e l'altare imgombrante. Tento di colpirli tutti assieme facendo roteare il bastone, come usualmente si fa per scacciare i lupi; purtroppo però la fiamma della rosa si concentra e brucia solo l'ultimo nemico. Alla… Continue reading Lo spettacolo

Giorno 6

Meriam, la porta sussurrante

Davanti all'entrata della prigione ci posizioniamo davanti alle nostre guardie, pronti a manovrarle come burattini. Vedendo alzarsi la nebbia, i secondini si agitano ed estraggono le loro armi per difendersi, ma per una di loro è troppo tardi: nel caos generale avevo lasciato libera la mia guardia, gettandole prima la spada dentro una delle celle,… Continue reading Meriam, la porta sussurrante

Giorno 6

L’inizio della missione

Varrick ed Init scompaiono oltre il portone della villa, una ventina di minuti dopo partiamo anche io ed Enud; sulla strada gli spiego velocemente il mio piano: «Allora, questo piano infallibile in cosa consisterebbe?» mi chiede lui. «Indossa questo guanto, ora ti spiego» rispondo porgendogliene uno ed indossando l'altro. «Esma, ti sei ripresa da stamattina?… Continue reading L’inizio della missione

Giorno 6

Il piano di Varrick

Dopo alcuni chilometri arriviamo davanti ad un'enorme villa, nella quale Varrick ci accoglie: ci accompagna lungo la strada che ci conduce dal cancello principale alle porte della villa, attraversando un'immenso giardino. Appena entrata rimango a bocca aperta, sia per la bellezza dell'architettura di quell'abitazione, sia per l'abbondanza di cibo che intravedo nella sala da pranzo,… Continue reading Il piano di Varrick

Giorno 6

Il mercato di Robdo

Comincio a girare tra le bancarelle in cerca di una cappa e di un paio di guanti, quando una massa di persone mi viene incontro spingendomi in direzione opposta alla mia. Vengo travolta da questa folla, ritrovandomi davanti alla bancarella di un nano, che comincia a chiamare gente a raccolta a gran voce: «Buongiorno miei… Continue reading Il mercato di Robdo