Giorno 10

Arrivo a Tushutisha

Tiro fuori la bussola e prendendo un bel respiro profondo la lancio contro l’elmo; come successo la sera prima, una ventina di lame si scagliano sul copricapo: l’elmo non si è rotto, ma la sua forma è praticamente irriconoscibile.
Attorno a me il silenzio cala, Yolai non ha parole, rimira quel che rimane del suo elmo sbigottito; mentre cerco di recuperare la bussola però, il nano la prende con sé:

«Signorina, mi scuso per aver dubitato della sua parola, ma questa è un’arma decisiva per le sorti di questa guerra, la terrò io. Potete unirvi a noi, andarvene e non farvi più vedere qui o allearvi con gli orchi e morire ora»

Guardo Enud, cercando di fargli capire che ho in mente qualcosa, così mi giro e con una mano dietro la schiena indico verso la roccaforte di Tushutisha, poi rispondo a Yolai:

«Ce ne andremo, questa non è la nostra guerra e non abbiamo intenzione di schierarci. Dovreste stare attenti alla nebbia però, può cogliere di sorpresa»
«Quale nebbia?» chiedono i nani, guardandosi intorno.

Alzo un banco attorno a tutti noi, corro verso Yolai e gli strappo dalle mani la mia bussola, infine urlo ad Enud di scappare nella foresta, apposta per depistare i nani in direzione opposta.
Scappiamo indisturbati fino alle porte dell’accampamento orchesco in cui l’ago indica la presenza di Maraug.

«Come entriamo ora?» chiedo ad Enud.
«Immagino ci faremo catturare anche da loro» risponde seccato per la mia imprudenza di poco fa.
«Mi dispiace, mi sono fatta prendere dal panico» mi scuso con lui, poi aggiungo «Non faremmo prima a farcelo chiamare, cosicchè ci riconosca? Tu lo sai il suo vero nome?»
«Si, ma si dovrebbe usare solo in casi estremi»
«Beh, solo io praticamente non conosco il suo nome qui»
«Ti potrebbe scappare in seguito, mettendolo nei guai, mi spiace Esma»
«D’accordo, allora io starò a debita distanza e tu lo andrai a chiamare; mi avvicinerò appena me ne farai cenno» gli propongo.
«Va bene, stai attenta a non ritrovarti nemici alle spalle che possano prenderti in ostaggio o peggio»

Rimango ad un centinaio di metri da Enud, che dopo aver discusso con le guardie all’entrata viene accolto da Maraug, poi si volta a cercarmi con lo sguardo.
Una volta raggiunti saluto Maraug, piena di gioia nel vederlo sano e salvo con i miei occhi.

«Venite presto, entrate in questa tenda » indicandoci di fretta una struttura medica di fortuna «Prendete queste bende e fasciatevi, fingete di essere feriti, così almeno fino a domani vi lasceranno in pace. Vado ad avvisare il medico »

Dopo qualche minuto lo vediamo tornare trafelato, così gli chiedo cosa stesse succedendo:

«Purtroppo sono mal visto qui, essendo scappato a Nares, invece di combattere questa stupida guerra.»
«Ma perché non hai dato più tue notizie? » gli chiedo impensierita.
«Non potevo, mi spiace avervi fatto preoccupare. Sono tornato fingendomi pentito, ma anche se non mi hanno ucciso, hanno solo fatto finta di credermi, mi tengono sotto continua osservazione Avrebbero intercettato qualsiasi messaggio vi avrei mandato, pur di avere prove del mio tradimento. »
«Ora ne avranno la certezza suppongo» afferma Enud.
«Credo di si, ma ormai non ha importanza; domani ci sveglieremo all’alba e ci incontreremo con le furie gialle poco distante da qui; siete arrivati al momento giusto fortunatamente»
«Chi sono le furie gialle?» chiedo io.
«Una squadra speciale dell’esercito orchesco, l’unica che ha scelto di seguirci; il loro nome viene dal colore delle loro uniformi, il perché di “furie” immagino lo capirai presto. Se sei ancora qui significa che hai deciso di combattere con noi» risponde abbozzando per la prima volta un sorriso.
«Già, sono davvero felice che tu stia bene» gli sorrido anche io.
«Beh, buonanotte ragazzi. Domani ci aspetta una lunga giornata» si congeda, forse un po’ a disagio e in imbarazzo per essersi aperto di nuovo con me.
«Buonanotte Maraug » gli auguro in ogni caso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...