Giorno 10

Neredium

Il mattino ci svegliamo di buon’ora raccogliendo le nostre cose e spartendoci i pezzi rimanenti di cervo.

«Non possiamo portarlo tutto con noi, andrà in decomposizione tra un paio di giorni, forse prima con la pioggia che non cade più da giorni e non ci rinfresca» mi fa notare Enud.
«Non preoccuparti, ci penserò io a farla risultare sempre come appena cacciata. E’ uno spreco aver ucciso quel cervo per lasciarlo per la maggior parte ai vermi»
«D’accordo, fai pure. A proposito di quella tua bussola.. .»mi fa notare Enud.
« Che c’è?» gli chiedo.
« Puoi cercare Siffi? Così finalmente sapremo che fine ha fatto»

Prendo la bussola e penso a lei, nonostante non l’abbia mai vista: l’ago punta due volte in basso.

«Che significa?» chiede Enud.
« E’ morta, a meno che non esistano altri mondi oltre a quello dei morti, situati due piani sotto al nostro»
« Continuo a non crederci e a non capire come potrebbe essere accaduto, anche fosse; non abbiamo nemmeno trovato il corpo. Credo davvero a questo punto che quel bustino sia il fulcro di questo mistero, ma è comunque strano, era troppo potente per cadere nella trappola di qualcuno…di chi poi…» si scervella Enud.
«Come hai detto spesso , pensiamo a Nares ora, quando sarà finita torneremo a indagare più a fondo»
«Certo, si…ma oltre ciò c’è qualcosa che mi sta turbando da un pò»
«Di che si tratta?»chiedo intimorita dal suo sguardo agitato.
« Mi è venuto in mente un altro dio del male: Mag Daera, divinità della lussuria. E’ strano da spiegare, ma sento che non li sto ricordando per caso, è come se qualcosa me li stesse spingendo nella testa»
« Non te ne preoccupare, non ci pensare più, andiamo a recuperare Maraug e distraiti dai brutti pensieri» lo calmo baciandogli la fronte.

Arriviamo poco oltre il limitare della foresta, quando vediamo stagliarsi all’orizzonte le colline della Resistenza e una strana grotta con una scritta sopra ad un grosso portone; avvicinandoci notiamo che la scritta è in orchesco e due di loro stanno a guardia dell’ingresso.

«Credo sia una miniera di Neredium»
«Di Neredium?»
«E’ un metallo nero indistruttibile, non a caso i giacimenti si trovano qui, a metà tra il regno degli orchi e dei nani. Si creano armi ed armature di Neredium, non ho dubbi che questa sarà una guerra lunga e complicata proprio per questo»spiega Enud.
« Immagino ci vogliano speciali permessi per entrare…» rispondo guardando la mia bussola.
«Già, non ci sperare troppo in quella. Taglia carne di cervo, ma il Neredium è ben più robusto»
«”Tutto tranne l’acciaio” ha detto Morpheus. Vorrei comunque fare una prova»

Sulla strada verso Tushutisha, una delle roccaforti orchesche, incrociamo uno squadrone di nani, avevano qualcosa di familiare; tentiamo di procedere senza farci notare, ma una voce ci chiama:

«Ehilà, forestieri! Dove state andando tutti soli in territorio orchesco?»
«Diamine, ci hanno visti» sussurra Enud.
«Buongiorno ragazzi miei, io sono Yolai, capo degli scudi di Hakkon, con chi ho il piacere di parlare?»si presenta il nano.
« Io sono Esma, lui è Enud; ci siamo persi in quella foresta, solo ora ci rendiamo conto di dove siamo finiti» cerco di spiegare, mentendo sulla nostre intenzioni.
«Credo sia la scusa meno fantasiosa mai sentita » si irrita Yolai, mentre i suoi compagni estraggono le proprie asce.
«E va bene, dirò la verità. Siamo venuti fin qui per cercare di fare irruzione in quella miniera di Neredium, ho uno strumento che potrebbe essere in grado di tagliarlo e volevo testarlo » racconto una mezza verità.
«Ora si che l’hai sparata grossa, ragazzina. Non esiste nulla che possa scalfire il Neredium»

Noto solo allora il suo elmetto nero e tento un ultimo tentativo per non farci fare a pezzi da quel gruppo di nani:

«Non so se possa farlo davvero, potresti farmi provare sul tuo elmo, poi ci vedrai tornare da dove siamo venuti e capirai che non siamo spie o chissà cos’altro»
«D’accordo, ecco qua» dice riponendo l’elmo a pochi metri da noi a terra.
«Voglio proprio vederla, quest’arma portentosa» sghignazza assieme ai suoi compagni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...